Per ottenere visibilità on line e mantenere alta la posizione nei risultati di ricerca, un sito web deve essere aggiornato con costanza. Cosa può aiutarti in questo intento? La sezione blog, ovvio… o forse è meglio una sezione news? Sebbene la differenza a livello tecnico è pressoché nulla, per l’utente c’è un abisso tra la percezione di una pagina chiamata “Blog” e di una pagina chiamata “News”. In questo articolo cerco di spiegarla in modo semplice semplice.

Blog e news: in cosa sono uguali

Il blog, salito alla ribalta con il web 2.0, indica un diario on line, dove l’utente pubblica una serie di articoli ordinati dal più recente al più datato. La stessa cosa accade per le news.
A livello formale sia il blog che la news possono contenere testi, immagini, video, e spesso sono integrati in siti web dove l’azienda presenta se stessa e la sua offerta nelle pagine istituzionali, e mantiene un filo diretto con gli utenti nella sezione dedicata agli articoli.

 

Blog e news: il contenuto

Se lato tecnico e strutturale scrivere un articolo per un blog o una news non fa differenza, a livello contenutistico c’è, o almeno, dovrebbe esserci. Un blog contiene pensieri e riflessioni dell’autore, mentre una news strizza l’occhio al giornalismo e vuole essere un comunicato stampa che contiene una notizia senza trarre considerazioni personali.

La differenza sostanziale, quindi, sta in cosa l’utente si aspetta di leggere aprendo la sezione del sito dedicata agli articoli: una serie di articoli che mostrano la posizione dell’autore, il suo know-how e la sua competenza, o un elenco di fatti inerenti l’azienda e il settore di riferimento, come il lancio di nuovi prodotti o le fiere di settore annuali?

Blog o news post

Blog o news, questione di obiettivi

Quando si sceglie che nome dare alla voce di menu che porterà gli utenti alla sezione dedicata agli articoli, per chi realizza il sito non c’è differenza tra chiamarla “Blog” o “News”, quello che cambia è lo spirito con cui questa sezione viene aperta.
Un blog dovrebbe contenere articoli che mostrano i valori dell’azienda, che danno consigli agli utenti, li aiutano a risolvere piccoli o grandi problemi quotidiani e creano un legame tra chi scrive e chi legge. Per funzionare, un blog deve quindi essere supportato da un piano editoriale che crea un appuntamento fisso tra lettore e autore e, come insegna la volpe del piccolo principe, costruisce fiducia tra i due, riducendo la distanza che c’è tra te e i tuoi potenziali clienti.
La sezione news, invece, è più simile al cielo durante la notte di San Lorenzo: gli articoli sono stelle cadenti e appaiono in cielo quando c’è qualcosa di nuovo, senza però dirti quando e come ci sarà un nuovo articolo.

In un blog l’utente si aspetta di trovare articoli sempre validi che lo aiutano a risolvere i suoi perché, mentre in una sezione news la data è fondamentale e già dopo poche ore l’articolo potrebbe essere superato da una news più recente.

In conclusione, aprire una sezione articoli nel sito giova sicuramente alla tua visibilità in Rete, ma attento a non creare false aspettative. Se sai già che i tuoi articoli parleranno solo di nuovi prodotti e verranno pubblicati all’occorrenza, meglio chiamare la sezione NEWS. Se invece vuoi prenderti l’impegno di pubblicare con costanza, seguendo un piano editoriale e condividendo i tuoi pensieri e la tua competenza con gli utenti, il nome più adatto è BLOG. 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sulle tue pagine social!