Quanto deve essere lungo un post su un blog o una pagina del tuo sito web? Ecco quali parametri devi considerare per creare un contenuto web della lunghezza giusta.


Ogni blogger, copywriter o content manager si è trovato almeno una volta nella vita davanti a questo dilemma: quante parole scrivere in una pagina web per renderla interessante ed esaustiva senza annoiare il lettore?
Non che questa domanda sia nuova per chi si occupa di scrittura. Prima dei nuovi professionisti digitali, già scrittori, articolisti e giornalisti si sono interrogati su quale sia la lunghezza giusta di un contenuto, ma on line la questione si complica, perché a differenza della carta stampata, manca la percezione della lunghezza complessiva.

Quanto è lunga una cartella editoriale?

Per il mondo editoriale, e le agenzie di comunicazione ancora legate alla carta stampata che ragionano in cartelle, una pagina equivale ad una cartella, ovvero 1800 caratteri, circa 250 parole, divisi in 30 righe da 60 battute ognuna. Un contenuto può essere più o meno corposo, ma la dimensione complessiva è facile da intuire semplicemente contando le pagine, cosa che non può accadere on line.

Lunghezza di una pagina web

Una pagina web è composta da tutto il contenuto presente ad uno specifico indirizzo. Digitando un URL, quindi, possiamo trovarci davanti ad una pagina composta da pochi elementi grafici e poco testo, oppure ad una pagina così lunga che ci verrà a far male l’indice della mano destra a forza di scorrere il mouse verso il basso dello schermo. È facile intuire che la lunghezza del contenuto di una pagina web è molto variabile e non esiste un metro di misura che, a priori, ci può far capire quanto questa pagina debba essere lunga. Quello che possiamo fare è valutare i parametri che rendono la pagina efficace e scrivere un testo di conseguenza.

Ogni SEO Copywriter ha la sua opinione personale in merito alla lunghezza della pagina, l’importante è che il contenuto web che ne risulta sia esaustivo, interessante ed accattivante per il lettore!

I parametri per calcolare la lunghezza di una pagina web

Esaustiva, interessante, precisa. Se queste sono le esigenze di un contenuto web, la sua lunghezza deve riuscire a soddisfarle tutte e tre. Ecco come.

1- Un contenuto web deve essere preciso

Niente giri di parole, niente metafore o concetti astratti: chi cerca qualcosa on line vuole risposte, per questo un contenuto web deve essere preciso e concreto. Chi sa davvero scrivere per il web è dotato del rinomato “dono della sintesi” e riesce a trasmettere un concetto anche in poche righe, senza bisogno di scrivere un trattato.

2- Un contenuto web deve essere esaustivo

Se vuoi che il tuo lettore si ricordi di te e venga a cercarti nel momento del bisogno, devi rispondere a tutti i suoi dubbi, per questo i tuoi contenuti web devono essere esaustivi. Questo significa tutto e niente, perché per essere esaustivo puoi aver bisogno di due parole – che ore sono? Risposta: Le due e mezza – o dello spazio di un’enciclopedia – come promuovere la tua attività on line? Risposta: ehm… da dove comincio? –
In questo caso, quindi, sta a te decidere a quale domanda vuoi rispondere e quale tipo di struttura vuoi dare al tuo blog.

3- Un contenuto web deve essere interessante

Hai scelto di scrivere un articolo lungo e completo, che tocca tutti i possibili aspetti di un argomento? Nessun problema, ma attento a non diventare noioso. Anche se il tuo articolo prevede 2mila o 3mila parole, infatti, non dimenticare di strutturarlo in paragrafi, sottotitoli, citazioni così da evitare il muro di parole che tanto spaventa i lettori.

L’alternarsi di paragrafi, titoli e citazioni aiuta il lettore a non perdere il filo, lo incita a proseguire nella lettura, facilita la scansione dei contenuti e gli permette di trovare facilmente la risposta che cerca.

La lunghezza della pagina web

Avrai capito che non esiste una risposta esaustiva a questa domanda e che ognuno può decidere come affrontare gli argomenti e quante parole dedicare ad ogni post, ma qualche indicazione più precisa non guasta.

– Lunghezza news/post specifico

Una news comunica un fatto, per questo deve essere corta e concisa per saziare la curiosità dei tuoi lettori, invitarli a continuare a seguirti per gli approfondimenti, ma senza dilungarsi sui dettagli e sui commenti. 400 parole sono più che sufficienti. Se te ne servono di più, pensa a costruire una serie di articoli correlati.

– Lunghezza post correlati

Se dopo aver scritto il primo post decidi di scriverne altri che trattano altri aspetti dello stesso argomento, si tratta pur sempre di post specifici, per questo è bene che siano ancora di circa 400 parole e vadano dritti al sodo. Per saziare la fame di informazioni dei tuoi lettori, però, crea una struttura tra tutti i post di 400 parole per collegarli tra loro e permettere a chi vuole approfondire l’argomento di navigare da una pagina all’altra con un click.

– Lunghezza post di approfondimento

Quando vuoi scrivere un post di approfondimento, invece, hai bisogno di molte più parole, almeno mille. Ricorda però che anche in questo caso è fondamentale la struttura, che permette ai tuoi lettori di orientarsi nel testo, leggerlo per intero se vogliono conoscere ogni dettaglio, o scorrerlo per leggere solo i paragrafi che ritengono interessanti. Sebbene in un testo molto lungo e strutturato si possano trovare tutte le informazioni di cui il lettore ha potenzialmente bisogno, infatti, non è detto che abbia tempo e voglia di leggere tutto. Molto spesso gli utenti cercano on line informazioni molto precise e gli bastano 4 parole per risolvere i loro dubbi.

– Lunghezza contenuti per Google

Molti sono ancora convinti che un testo lungo si posizioni meglio su Google, cosa che è vera per metà. Google, infatti, non valuta i contenuti sulla base della loro lunghezza, ma sulla base del loro valore. Se io riesco a rispondere ad un dubbio preciso dell’utente in 3 parole, Google premierà la mia pagina penalizzando chi, per rispondere ad una domanda precisa, utilizza più di mille parole divagando e annoiando il lettore.

Lunghezza Contenuti web FB

Anche la lunghezza, così come l’argomento trattato, la resa grafica, la presenza o meno di immagini, deve essere scelta in base alle esigenze del lettore, non dei motori di ricerca o, peggio ancora, di chi scrive. Cerca di capire cosa stanno cercando i tuoi potenziali clienti e scrivi un testo che risposta alle loro domande, lungo o corto che sia, e il tuo articolo avrà davvero la visibilità e il successo a cui ambisci.

Per approfondire, leggi anche gli articoli:

Struttura per il blog: la struttura a Stella
Struttura per il blog: la TOC
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sulle tue pagine social!