Quando un utente naviga in internet cercando un servizio o un prodotto, non ha voglia di perdere tempo e, nel momento in cui approda su un sito web, vuole capire subito se è arrivato nel posto giusto o se deve continuare nella sua ricerca. I contenuti di un sito devono quindi essere chiari e precisi, per far capire all’utente se l’azienda presentata nelle pagine visualizzate risponde alle sue esigenze oppure no.
 
Questa importanza dei contenuti web, diventa ancor più fondamentale nella homepage: la pagina che deve riassumere l’intero contenuto del sito e trasmetterlo agli utenti in un lampo. Sebbene nella homepage molti continuino ad inserire immagini, foto e video accattivanti, quindi, i contenuti non possono mancare. Ma quali?

Ecco qualche consiglio su cosa scrivere in homepage per renderla più incisiva

  1. Una breve descrizione dell’azienda

    Sul web si può trovare di tutto di più e gli utenti sono oggigiorno sempre più diffidenti. Dedicare una piccola parte della homepage a descrivere la propria attività permette ai navigatori di capire chi gestisce il sito e lo rende più credibile ed affidabile

  2. Un’introduzione dei servizi

    All’interno della homepage bisognerebbe ritagliare un po’ di spazio per una breve e schematica introduzione dei servizi offerti, in modo che a colpo d’occhio, e senza dover cliccare sulle voci del menu, gli utenti possano facilmente intuire cosa li aspetta continuando a navigare nelle altre pagine

  3. Cosa scrivere in homepage

  4. I contatti

    Mettere gli utenti in grado di entrare subito in contatto con l’azienda è la chiave del successo di un sito web. Mail, numero di telefono o, ancora meglio, un form di contatto direttamente in homepage è quindi una delle mosse vincenti per trasformare gli utenti in veri e propri clienti

  5. I link social

    Un altro modo per restare sempre in contatto con i clienti e tenerli aggiornati sulle novità aziendali è farsi seguire sui propri canali social. Anche nella homepage è quindi utile inserire link diretti alle pagine aziendali su Facebook, Linkedin, Twitter, Google+,… Meglio se ben visibili e corredati da call-to-action in grado di spingere l’utente a seguire le pagine

 
 
Seguendo queste quattro semplici mosse si può davvero fare la differenza, convincendo gli utenti a continuare a navigare le pagine e segnando il successo di un sito rispetto alla concorrenza.

Perché quindi investire solo nelle immagini e non nei contenuti anche nella homepage?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sulle tue pagine social!