Spesso quando mi viene commissionato un lavoro di revisione contenuti web in ottica SEO, mi trovo a dover riscrivere pagine web con presentazioni aziendali perfette per la carta stampata, ma difficili da leggere su di uno schermo.
Ci sono molti articoli online che riflettono sul perché un testo per la carta stampata non vada “riciclato” per un sito web, ma io voglio guardare il binomio “testo web – testo stampato” sotto un’altra prospettiva. Ecco quindi perché, a mio avviso, un testo SEO ben fatto, se riutilizzato per una brochure, sarebbe alquanto deludente.

1- Un testo web è ripetitivo

Quando si scrive per il web, si presume che un lettore sia di fretta e scorra la pagina leggendo di sfuggita il testo sullo schermo, soffermandosi solo sulle parti che reputa interessanti. Per questo motivo spesso si tende a ripetere all’interno di una stessa pagina, ma anche nelle altre pagine del sito, lo stesso concetto, nella speranza che il lettore lo veda anche se va di corsa. Se il testo web viene stampato, però, il risultato è quello di un testo altamente ripetitivo, dove si ha la sensazione di aver già letto la stessa cosa qualche riga prima e si smette di leggere per noia.

2- Un testo SEO è molto frammentato

Restare concentrati a leggere un testo online è molto difficile e richiede al lettore molto impegno. Per facilitare la lettura, quindi, un testo web è spesso diviso in piccoli paragrafi, che permettono al lettore di capire di cosa si parla anche ad una prima occhiata veloce, magari fatta da un tablet o da uno smartphone. Sulla carta stampata, invece, la presenza di troppi paragrafi rallenta la lettura, facendo perdere la pazienza anche ai lettori più tolleranti.
Copywriter SEO

3- Sul web i testi sono ricchi di parole chiave

Nell’ottica di far trovare un sito a chi effettua una ricerca su Google, un testo web è ricco di parole chiave che identificano in modo univoco il servizio o il prodotto che viene offerto. Queste keyword vengono poi evidenziate, per attirare l’attenzione del lettore frettoloso, ma anche degli spider dei motori di ricerca. Sulla stampa, invece, l’uso dei grassetti all’interno del testo disorienta e non permette una lettura lineare.

4- Un contenuto web non fa allusioni

Ancora con l’obiettivo di indicizzare le pagine su Google e sui motori di ricerca e farsi trovare da più gente possibile, i testi per il web sono descrittivi ed espliciti. Niente giochi di parole, frasi ad effetto e figure retoriche, ma frasi dirette, concise, che esprimono alla perfezione il servizio e/o prodotto che viene descritto. Sulla carta stampata un testo così chiaro risulta però essere troppo semplice e spesso non riesce ad attirare l’attenzione.

Con queste caratteristiche, un testo web trasportato su brochure, flyer o anche copiato su un documento in word e letto tutto d’un fiato risulta essere pesante e può stancare il “lettore cartaceo” fino al punto da farlo smettere di leggere.
Se però l’obiettivo è quello di attirare l’attenzione online, queste sono anche le caratteristiche che rendono un contenuto SEO veramente efficace e possono aiutarti a farti trovare dai potenziali clienti che ancora non ti conoscono.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sulle tue pagine social!