Sempre più spesso si leggono articoli sulle dieci cose da fare per…, i cinque consigli per…, le sette mosse vincenti per… Liste e punti elenco sono diventati il non plus ultra della scrittura per il web e, dato il loro successo, viene lecito chiedersi: perché le liste funzionano sul web?

Io ho provato a trovare tre motivi:

1-Sono veloci

Quando si naviga online, lo si fa in fretta e furia, e nessuno ha voglia di leggere un saggio intero su come ristrutturare un rustico, per poi trarre conclusioni ponderate in base alla propria esperienza e conoscenza del settore.

Meglio farlo con una lista dove qualcuno si è già occupato di analizzare le varie alternative, soppesare attentamente le varie opzioni e scrivere, per l’appunto, una lista che in men che non si dica spieghi tutto quello che c’è da sapere in modo conciso sull’argomento.

Scrivere liste2-Sono immediate

Quando leggi un saggio o un articolo di giornale, non sai mai a cosa vai incontro e, anche se il titolo può essere allettante, a volte l’articolo si rivela di una pesantezza inaudita.

Le liste invece, con i loro punti e i loro titoletti in bella mostra, sono immediate e a colpo d’occhio puoi capire se vale la pena leggerle fino in fondo oppure no.

 

3-Attestano la tua conoscenza del settore

Vi è mai capitato di leggere un articolo solo per sapere se sapevate già cosa dice? A me capita spesso quando vedo le liste. Un piccolo gioco con me stessa del tipo “5 musthave per una serata di gala – sono certa che 4 li so già” e mi affretto a leggere tutto l’articolo. Se avrò ragione, avrò ottenuto una bella dose di autostima, se avrò torto, avrò aumentato la mia conoscenza con una lettura leggera ma di sicuro impatto che mi permetterà di non sbagliare outfit alla prossima cena galante.

 

 

Dimenticavo, se voleste davvero ristrutturare un rustico, il web mette a disposizione questo articolo: Ristrutturare un rustico in 5 mosse